Informativa sull'uso dei cookie

I siti web di Italianartlab.com A. &. R. progetti di Alessio Sgotti & C. snc utilizzano cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da Italianartlab.com A. &. R. progetti di Alessio Sgotti & C. snc e su come gestirli.

 

ecce homo2

Tra le vetrine espositive di maggior prestigio prodotte da A&R, trova un ruolo privilegiato la teca per l’opera “Ecce Homo” di Antonello da Messina: un vero gioiello artistico di fama internazionale, un dipinto ad olio su tavola datato 1430-1479 circa, ospitato nella terza sala dell’appartamento del Cardinale Giulio Alberoni.

L’elegante vetrina, progettata dall’Architetto Giorgio Graviani nel 2002, è stata eseguita nel 2004 nel laboratorio guidato da Riccardo Morando e Alessio Sgotti.

Essa sintetizza perfettamente in sé i tre valori alla base delle logiche costruttive A&R Progetti: protezione, valorizzazione, conservazione.

 

nuovo museo di roma 2Il 28 marzo 2017 si è svolta la cerimonia di inaugurazione del “Nuovo Museo di Roma” che sorge nel cuore di Roma tra piazza Navona e piazza Campo dei Fiori. A presenziare la cerimonia il sovrintendente capitolino ai beni culturali Claudio Parisi Presicce, il sindaco Virginia Raggi e il vicesindaco e assessore alla cultura di Roma Luca Bergamo.

 

A&R Progetti si è aggiudicata l'appalto indetto da Zetema-Progetto cultura, per conto del Comune di Roma, relativo alla fornitura e posa in opera dei nuovi allestimenti del museo situato nelle sale del II e III piano del settecentesco Palazzo Braschi. Il bando consiste nella realizzazione di tutti gli arredi specifici necessari al completamento del museo, per renderlo funzionante e fruibile al pubblico: in sostanza vetrine espositive, sedute, postazioni multimediali, proiezioni, tendaggi, totem informativi.

Some pictures of our showcase for Trapezophoros of Ascoli Satriano at the Italian Pavilion of Expo 2015.If you go to Milan, do not miss this wonderful marble support dating back to 400 BC, given back to Italy thanks to the intervention of the Carabinieri in Preservation of Cultural Heritage that recovered it at the Getty Museum in Los Angeles, where it had been exposed after being sold illegally by italian grave robbers in the 80s. See video of Teleradioerre, Trapezophoros from minute 00:41.
Link al video: https://www.youtube.com/watch?v=JQ6oMy-5Q5I

A innovative Museum, a big container intended to create a informative and educational itinerary presenting the material culture related to money in the works of art from all over the world and from Polish lands in particular. This is the project the National Bank of Poland is carring out whith the Money Centre in Warsaw.

16 Giugno 2015

Successo di pubblico per la Vucciria, esposta in una vetrina A&R Italianartlab presso il Padiglione Italia.

Il dipinto di Renato Guttuso, arrivato dalla Sicilia grazie all’Università degli Studi di Palermo, è al centro di due interessanti percorsi tematici dedicati ai visitatori.

L’Istituto dei Ciechi di Milano sta infatti curando la mostra intitolata “Mercato al Buio”,  “un’esperienza dei sensi dove il pubblico è accompagnato dalle guide non vedenti di Dialogo nel Buio in un ambiente che evoca la Vucciria di Palermo”. (Avvenire, 3/6/15).

Il percorso, rigorosamente al buio, spinge il visitatore a ricorrere a sensi a volte più trascurati come il tatto, l’olfatto e l’udito per scoprire il mercato “sensoriale” ricreato per l’occasione e per provare a cogliere il mondo dal lato dei non vedenti. Al termine di questa visita guidata le luci si riaccendono e il dipinto si offre agli occhi del visitatore.

Il “Mercato al buio” non è l’unica iniziativa che ruota intorno alla Vucciria: per i visitatori è a disposizione  un’app tramite la quale è possibile, cliccando su ciascun prodotto presente nel dipinto, seguire dei percorsi digitali per acquisire informazioni sulla natura del prodotto, l’origine, le caratteristiche organolettiche.


 

TOP